Zoo degli ultimi intarsiatori (0947-3)

  • Italienisch
  • 1960-12-23
  • Dauer: 00:01:39

Beschreibung

Comunicato:
Nel villaggio engadinese di Lavin, la cui chiesa ospita notevoli affreschi, vive uno degli ultimi intarsiatori, in grado di restaurare gli storici mobili grigionesi.

Commento:
Lavin, nella Bassa Engadina, ha potuto conservare, malgrado un terribile incendio del 19° secolo, alcune pregevoli case con i caratteristici "graffiti"./ La più notevole costruzione del villaggio è tuttavia la chiesa protestante con i suoi affreschi, accuratamente restaurata. La pittura più interessante è una raffigurazione della Santissima Trinità: un grande Cristo con tre volti mostra che in lui risiede la pienezza della divinità./ Il tavolo della comunione risale al 17° secolo ed è stato pure restaurato. L’artista che ha saputo rifare i preziosi intarsi ha il suo laboratorio a Lavin ed è uno degli ultimi intarsiatori che esercitano nel nostro paese. / Egli disegna e quindi sega, in legni di colori diversi, le sinuose forme barocche; le sue abili mani non conoscono la stanchezza. / Quindi, le varie parti vengono riunite a comporre artistici mosaici di legno; il bianco splendore dell’acero/ accanto all’oscuro calore del noce. / Quando l'intarsio è terminato e tutto corrisponde, esso viene incollato. Così, l’artista ridà vita a mobili rovinati dal tempo. / Egli esercita la sua professione da ormai trent'anni. Speriamo possa trovare un giovane engadinese che seguirà le sue orme con altrettanto amore. /

Communiqué_0947.pdf
Dieses Dokument wurde mit der Unterstützung von Memoriav erhalten.