Un'opera al servizio dell'umanità (1235-1)

  • italiano
  • 1966-11-04
  • Dauer: 00:02:19

Beschreibung

Comunicato:
Sequenze di un film sull'UNESCO, messo a nostra disposizione dalle Nazioni Unite, illustrano la multiforme attività di un organismo che opera a favore dell'educazione, dello sviluppo della scienza e della cultura, nonché del benessere dell’umanità intera.

Commento:
Viviamo in un mondo in evoluzione, caratterizzato da un folgorante sviluppo tecnico. Nuove nazioni vengono alla ribalta e intendono partecipare al progresso umano. Ma il progresso è possibile soltanto nella pace, e la pace, a sua volta, esige la solidarietà spirituale di tutti gli esseri umani. Sono questi i principi a cui l’UNESCO s'ispira da un ventennio, nel suo gigantesco lavoro. Per la prima volta nella storia dell’umanità, è lecito credere nella possibilità pratica di far beneficiare tutte le schiatte umane delle conquiste della cultura e della civiltà// La realtà è perciò diversa: 2/3 dell'umanità è affamata, denutrita, ammalata, analfabeta. Il 20° secolo è per costoro ancora di là da venire// I loro bimbi non hanno scuole, maestri, libri.// E tuttavia anch'essi, come gli altri uomini, hanno sete di sapere, d'imparare, esattamente come l’affamato cerca il pane. Qui sta, per l’UNESCO, uno dei compiti essenziali: diffondere il sapere, vincere l’analfabetismo// Nei paesi in fase di sviluppo, sono al lavoro i "gruppi pilota", che provvedono alla formazione di nuovi elementi atti all'insegnamento tecnico-professionale. La mancanza d’insegnanti è una delle grandi piaghe del mondo moderno// Non solo i bimbi, ma anche le donne necessitano d’aiuto: l’UNESCO s'occupa così dell'educazione femminile//Alcuni esempi dei molteplici compiti cui si è accinta l’UNESCO. Anche la Svizzera, che dal 1949 fa parte di questa organizzazione dell’ONU, collabora all’attuazione dei diversi piani, perché convinta che solo uno sviluppo su scala mondiale di tutte le energie educative può instaurare la pace//

Communiqué_1235.pdf
Dieses Dokument wurde mit der Unterstützung von Memoriav erhalten.
Kommentieren