J.-E. Liotard – J.H. Füssli (0349-2)

  • tedesco
  • 1948-08-27
  • Durée: 00:01:35

Description

Comunicato:
Al Museo di Ginevra una mostra ci rivela due pittori svizzeri dell'800 che conobbero una fama uguale benché l'arte loro fosse dissimile.

Commento:
La Mostra Liotard-Füssli organizzata con grande successo a Parigi è stata ripresa per breve tempo dal Museo di Ginevra. I meticolosi pastelli del ginevrino Liotard ritraggono la società '700. / L’imperatrice Maria-Teresa fu la grande protettrice di questa maestra della precisione celebre per la fedeltà dei suoi ritratti. Egli non adulava mai: / né le imponenti contesse / né le graziose signore della sua città natia. Quanta delicatezza nel ritratto del figlio, e com'e vivente la futura Regina di Francia, la bimba Maria Antonietta, / quanto sono piacevoli la bella lettrice ed il gioiello della mostra - la Dama che veste alla turca. / La finestra del pittore dava sulla dolce campagna ginevrina. / Anche il proprio volto Liotard lo fissava con un realismo sorridente. / Più giovane di lui, lo zurigano Füssli diventò, nella sua patria adottiva, l'Inghilterra, il bardo del romanticismo; / egli fece rivivere i personaggi shakespeariani; qua vediamo Falstaff e le allegri comari di Windsor - / qua una Lady Macbeth sanguinaria. Tele che valsero al Füssli fama di genio; altre generazioni lo giudicarono con maggior severità. /

Communiqué_0349.pdf
Ce document a été sauvegardé avec le soutien de Memoriav.
19667 Documents dans la collection
Commenter