Le ali (0703-3)

  • italiano
  • 1956-01-06
  • Durée: 00:02:31

Description

Abstract:
s.l.: Navi meteorologiche, navi meteorologiche per l'aviazione nell'Atlantico, servizio della sicurezza aerea

Descrizione sequenza:
(s.l.) – Aereo in volo
(s.l.) – I passeggeri pranzano in aereo
(s.l.) – Il pilota studia la carta meteorologica
(s.l.) – Una nave meteorologica attraversa l'Atlantico settentrionale
(s.l.) – Un marinaio avvolge gomene
(s.l.) – Lancio di un pallone sonda
(s.l.) – I meteorologi guardano nel cannocchiale
(s.l.) – Meteorologi al lavoro
(s.l.) – Il servizio meteorologico dell'aeroporto disegna una carta meteorologica
(s.l.) – Partenza dei piloti con la carta meteorologica

Comunicato:
Anche la Svizzera partecipa, con altre nazioni, all’accordo sulla sicurezza aerea nell’Atlantico del Nord. Grazie alle riprese del servizio cinematografico dell’Onu, possiamo mostrare il lavoro sulle navi-meteorologiche che pattugliano incessantemente su questi mari.

Commento:
La rete delle linee aeree che si stende oggi sull’Atlantico del Nord è fittissima. Ma ogni velivolo in volo appare sempre inesorabilmente solo fra il cielo e l’oceano./ L’equipaggio tuttavia è fiducioso e i passeggeri sicuri e tranquilli sull’immenso deserto d’acqua./ Continuamente, durante tutto il volo, la radio consegna i suoi preziosi messaggi : nella notte e nelle nubi apre al pilota l’invisibile varco della rotta più sicura./ Perché il velivolo, in realtà, non è solo, sopra l’Oceano./ 25 stazioni meteorologiche galleggianti pattugliano senza sosta tutto l’anno nelle acque dell’Atlantico in una rude missione per garantire la sicurezza aerea./ Regolarmente, con qualsiasi tempo, il palloni sonda salgono a misurare velocità forza e direzione dei venti, umidità e temperatura./ Esperti osservatori analizzano i dati ricevuti e li tramutano nel linguaggio grafico universale dei bollettini meteorologici./ Una quindicina di nazioni collaborano al mantenimento di questo servizio di sicurezza aerea: e dall’autunno scorso anche la Svizzera./ Per radio i bastimenti comunicano le loro osservazioni ai velivoli e alle stazioni di terraferma./ Tutti gli aeroporti internazionali posseggono il loro servizio meteorologico, che stabilisce, sulla base delle comunicazioni ricevute, le “carte del tempo”, che determinano la rotta dell’aereo./ Prima della partenza, gli equipaggi studiano i bollettini e in volo avranno altri dati : è grazie all’Organizzazione per l’aviazione civile e alla flotta meteorologica che i velivoli possono, con qualsiasi tempo, unire il vecchio al Nuovo Mondo!/

Communiqué_0703.pdf
Ce document a été sauvegardé avec le soutien de Memoriav.
19667 Documents dans la collection
Commenter