Centro di dialettologia e di etnografia

Il Centro di dialettologia e di etnografia (CDE), nato nel 2002 dalla fusione di due istituti, il Centro di dialettologia della Svizzera italiana e l'Ufficio dei musei etnografici, documenta, studia e valorizza la realtà linguistica ed etnografica della Svizzera italiana. In campo linguistico promuove l'indagine del patrimonio lessicale dialettale, lo studio delle parlate locali e della cultura popolare. In ambito etnografico, oltre a coordinare la rete museale etnografica ticinese, di cui fanno parte dieci musei regionali, il CDE si occupa della gestione e della salvaguardia della collezione etnografica dello Stato e della gestione di altre collezioni di varia provenienza, come il Fondo Roberto Leydi. Svolge inoltre inchieste, allestisce inventari di singoli settori, offre consulenza al pubblico, organizza annualmente i corsi estivi di dialettologia, promuove mostre, convegni e conferenze. Una biblioteca specializzata e aperta al pubblico, un laboratorio di restauro, uno studio fotografico riccamente attrezzato, integrato da una fototeca con più di 100'000 immagini, completano l'offerta del Centro, che si configura pertanto come un punto di riferimento e di studio per la realtà dialettale ed etnografica della Svizzera italiana.

Centro di dialettologia e di etnografia
Viale Stefano Franscini 30A
6501 Bellinzona

Collezioni e fondi di Centro di dialettologia e di etnografia

Fondo Roberto Leydi

Fondo Roberto Leydi

Il Fondo comprende una ricca e articolata collezione di materiali sulla musica e la cultura popolare, che rispecchia i numerosi studi sul canto sociale, la musica liturgica tradizionale, la ballata, gli strumenti musicali e su altri temi ancora...
0 Documenti