Colori allo zoo (0868-3)

  • italiano
  • 1959-05-08
  • Durata: 00:03:24

Descrizione

Comunicato:
Con questa cinecronaca ha inizio una serie di soggetti a colore, che il CGS si propone di offrirvi una volta al mese. Questo primo documentario a colori tiene a dimostrare il posto preponderante che occupano i colori nel regno animale.

Commento:
Che cosa può scoprire di nuovo l'obbiettivo allo zoo di Zurigo? Gli eleganti pellicani li conosciamo. / Gli orsi bianchi sono becchi amici. / E - una tigre - per lo zoo non è una novità. / Anche quest’uccello con une macchia nera sul petto non desta meraviglia: ma chissà perché si chiama "Piccione pugnalato"? / Il film a colori svela il mistero : la macchia rossa sul petto del piccione pugnalato preoccupa molti visitatori, i quali credono che il piccone sia gravemente ferito? / Il Curuca del Guatemala, invece, suscita meraviglia. Chissà perché la natura gli ha regalato un abito così elegante? / Il Tukan, quando vuol fare un pisolino, drizza le penne: rosse della coda; sembra un'orchidea, ed è appunto fra le orchidee che si riposa. Dopo il sonnellino è di nuovo un uccello! / Nei banchi di corallo, (un mondo misterioso e variopinto), i pesci utilizzano i loro strani colori per camuffarsi. Quando tutti sono vestiti in modo originale, i tradizionalisti risulterebbero degli stravaganti: e non potrebbero nascondersi! / II pesce globo invece, in caso d'emergenza, si gonfia, si riempie d'aria fin quando diventa grosso come un uovo. Inoltre, per ingannare l'avversario, si crea un viso sulla schiena; proprio così: guardate! Sorgono due macchie che imitano perfettamente gli occhi. / Una delle due specie di lucertole velenose si distingue immediatamente poiché è striata. Non si mimetizza, poiché non teme nessuno! / Un altro membro della famiglia dei Sauri: possiede la lingua lunga e azzurra: nessuno sa perché. / Si può invece facilmente indovinare perché quest'altra lucertola, si trasforma in ramo: la natura gli ha offerto un’ottima difesa. / Ed ora, un indovinello: dove si trova, il serpente? Occorre osservare a lungo, prima di scoprirlo. / La rana è veramente astuta: se è su una foglia verde, diventa verdognola: / in un ambiente più oscuro, cambia colore. / Imita la tecnica del Camaleonte, che modifica il colore della pelle / in un batter d’occhio. Da notare che i suoi colori non dipendono dall’ambiente in cui si trova, ma unicamente dal suo stato d'animo ... manifesta, con le tinte, i sentimenti: è – a modo suo - un poeta. / Si può dire che il camaleonte ha gli occhi indipendenti: pur restando immobile può guardare anche dietro la schiena. / Altra curiosità : le macchie color arancio che si trovano sulla testa di questa tartaruga. Recentemente s'è scoperto che il maschio, quando corteggia l’amata, lancia le onde sulla macchia della femmina, ciò che equivale alla più dolce dichiarazione d'amore. La natura ha così svelato uno dei suoi segreti del mondo degli animali: un mondo che i colori nascondono e proteggono. /

Communiqué_0868.pdf
Questo documento è stato salvaguardato con il sostegno di Memoriav.
19667 Documenti in collezione