Le infermiere di domani (1191-3)

  • italiano
  • 1965-12-10
  • Durata: 00:01:39

Descrizione

Comunicato:
La nuova scuola per infermiere "Chantepierre" di Losanna provvede alla formazione di 250 infermiere nello spazio di tre anni: le sue razionali installazioni e la sua atmosfera moderna costituiscono delle innovazioni destinate a far apprezzare una professione che ci si era troppo abituati a considerare sotto un aspetto conventuale.

Commento:
Si può discutere sull’architettura funzionale di questo fabbricato, ma non certo sulla logica profondamente umana di ciò che qua dentro avviene. Siamo nella nuova scuola losannese per infermiere, la più moderna della Svizzera. In tre anni d’insegnamento vengono qui formate 250 infermiere per ogni genere d’assistenza, dalla pediatria all’ostetricia. La retta scolastica è minima: 400 franchi per le allieve del Cantone di Vaud, 600 franchi per le allieve degli altri Cantoni. La scuola assume a suo carico per 3 mesi la retta della pensione; a partire dal terzo mese le allieve ricevono un salario mensile di 125 fr., che sale rispettivamente a 160 fr. e 200 fr. Nel secondo e nel terzo anno. Al posto del refettorio d’altri tempi, un moderno ristorante a self service. / Un giorno alla settimana è consacrato alla teoria. / Nessuna traccia di quell’atmosfera di convitto o di quel pietismo tipici di analoghe scuole: alle sue allieve l’istituto di Losanna intende garantire la necessaria libertà anche nella sfera privata. / Ci si sforza sempre di più di formare anche degli infermieri, dato che dagli elementi maschili di rincalzo dipende l’avvenire dei nostri ospedali. / Non manca un salone da parrucchiere, si sa infatti che l’aspetto esterno dell’infermiera ha un’influenza non trascurabile sullo stato del paziente. / La scuola di Losanna è un esempio: la sua perfetta razionalità depone a favore di una professione troppo spesso considerata sotto un aspetto puramente conventuale. /

Communiqué_1191.pdf
Questo documento è stato salvaguardato con il sostegno di Memoriav.
Commenti